Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito ed aiutare a fornire i nostri servizi. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati.

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online

  • Risorse
  • Comunicati
  • SPORT E STUDIO: UN SISTEMA DA RIFONDARE!

Comunicati

SPORT E STUDIO: UN SISTEMA DA RIFONDARE!

L’ACCADEMIA TENNIS OLISTICO LANCIA IL SUO APPELLO.

Anche quest’anno l’Accademia Tennis Olistico, Tennis Rozzano e l’Università Bocconi di Milano, hanno confermato la volontà a collaborare nel rendere lo sport, ed in specifico il tennis, alla portata degli studenti. Il Tennis Rozzano offre quote agevolate agli iscritti di Bocconi Sport Team, e Tennis Olistico si occupa, oltre alla diffusione del tennis di base tra gli studenti, agli allenamenti delle Squadre dell’UniBocconi. Dall’anno sportivo 2016-17 la rosa dei Team è raddoppiata, contando 8 atleti e 8 atlete!

Bocconi ha ben figurato ad Euro Madrid conquistando a Novembre 2016 due terzi posti con Marco Maiorana e Giovanni Sanci, ed ora si presenta alle porte dei Campionati Universitari a Squadre che avranno inizio ad Aprile 2017. La preparazione delle squadre, oltre agli allenamenti sul campo, ha previsto, da Ottobre 2016, l’inserimento del Mental Coaching, tenuto da Amanda Gesualdi presso la stessa Università.

Chiediamo alla Gesualdi, che da quest’anno seleziona per il CUS Milano gli atleti partecipanti ai Campionati Italiani Universitari, di parlarci della sua visione di Sport e Università: “Come confermato dalla Conferenza Internazionale tenutasi a Rovereto nel 2013, sull’argomento "University Sport. Inspiring Innovation”, lo sport è un linguaggio universale! La Conferenza è terminata con una dichiarazione significativa, che ha visto l’assunzione di un impegno da parte del mondo universitario, politico, imprenditoriale e sportivo, per promuovere una nuova idea di sport come volano di sviluppo. Il documento dovrebbe costituire il punto di partenza per attivare un gruppo di lavoro e una serie di interventi per dare concretezza alla nuova alleanza tra sport e università. Nella dichiarazione è infine rivolto un appello alle istituzioni pubbliche affinché riconoscano nello sport uno strumento utile per affrontare alcune delle grandi sfide sociali del 21° secolo, come l’invecchiamento della popolazione, l’obesità, l’immigrazione, la povertà o la sostenibilità ambientale.

Personalmente credo che per migliorare la situazione italiana di Sport e Università, si debba procedere in due modi: 1) Resettare l’attuale sistema organizzativo-educativo scolastico, dall’Asilo all’Università. Bisognerebbe portare le ore di pratica delle discipline sportive ad un 30% annuali all’interno degli istituti scolastici, promuovendo l’educazione allo sport come un fattore culturale e non ricreativo. Riconoscere crediti scolastici per meriti sportivi al pari di qualsiasi altra materia scolastica. 2) Promuovere un sistema di borse di studio al fine di evitare che i nostri atleti scelgano di andare all’estero per potersi permettere di studiare ed allenare. Per fare ciò è necessaria la collaborazione di CONI, Federazioni Sportive, Enti di Promozione Sportiva, Università, Governo.”

“Mi rattrista molto - continua la Gesualdi - veder partire i nostri atleti tennisti e agonisti per l’estero con l’obiettivo di poter vivere una realtà più vicina ai loro desideri e aspirazioni. Credo che avere il desiderio di fare esperienza in un College o Università straniera sia una cosa, scappare dall’Italia perché economicamente non si possano affrontare i costi universitari rinunciando al proprio sport, sia un’altra! Il nostro sistema economico-educativo-sportivo-culturale andrebbe totalmente rifondano. Le risorse economiche potrebbero essere investite diversamente al fine di dare un futuro migliore ai nostri ragazzi qui, in Italia! Perfino il sistema sanitario dovrebbe cooperare per contribuire alla diffusione dello sport. Statistiche rilevanti hanno dimostrato che un euro investito nello sport, sono tre euro risparmiati in sanità! Nel frattempo la nostra Accademia collabora con Bocconi Sport Team per incentivare lo sport anche Low Cost, e ogni anno il nostro impegno è quello di dare più spazio a questa dimensione. Termino citando letteralmente Stefano Paleari, Rettore dell’Università di Bergamo (2009-2015), Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e membro del Governing Board della European University Association: lo sport è stato un pilastro che ha sorretto la mia vita: lo sport mi ha formato e mi ha dato un'educazione.”

Come aveva segnalato anche il CONI, secondo uno studio della Commissione Europea, lo sport genera economicamente €294 miliardi (ovvero il 3%) del PIL dell'Unione Europea e 7.3 milioni di posti di lavoro in tutta l'UE (ovvero il 3.5%). Lo sport può essere "un volano per la crescita per una molteplicità di settori economici, poiché genera valore aggiunto e posti di lavoro per industrie che vanno dalla manifattura ai servizi, stimolando lo sviluppo e l'innovazione.”

scritto da Federico Coppini e pubblicato il 25/03/2017 su www.tennisworlditalia.com

Stampa Email