Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito ed aiutare a fornire i nostri servizi. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati.

Abbiamo 130 visitatori e nessun utente online

Tennis

Report 7° Torneo di Padel

Relazione di servizio redatta da Rocco Migliorino

Oggetto: sedici scalmanati con una padella in mano

In data 26 ottobre 2022 alle 14:30 presso il centro sportivo ”Le Bandiere” di Colturano, poiché richiesti (da una irrefrenabile voglia di divertirsi), si accertava la presenza di un gruppo di persone, nello specifico quindici uomini e una donna (Chiara alias “Mariuccia”), con uno strano strumento in mano simile ad una pala/padella, vestiti con indumenti alquanto bizzarri; questi si affannavano a rincorrere una piccola sfera di colore giallo, che una volta raggiunta, veniva colpita con violenza da qualcuno, con classe da pochi, da altri con stile, in molti con evidente imbarazzo, ma tutti con l’intento di tirarla a destra e manca, in alto e in basso, contro delle pareti di vetro e molto spesso contro una rete, che divide in due uno spazio ricoperto da un tappeto di colore blu. In alcune di queste situazioni, Mariuccia dopo aver lanciato la sfera contro la parete di vetro gli ritornava dritta in viso, provocando ilarità tra i partecipanti; Samuele volendo colpire la sfera che giungeva alta, sferrava una padellata in testa al suo compagno Roberto, che per un attimo perdeva il senno e piuttosto continuare a giocare importunava una signora spettatrice della disputa. Marco G. nel tentativo disperato di recuperare la palla si cementava in un tuffo con tanto di capriola, degno del campione del mondo di categoria coreano, procurandosi lesioni di lieve entità, per le quali non è stato richiesto l’intervento di personale medico. Nelle fasi di giuoco o combattimento pronunciavano termini di difficile interpretazione tipo net, killer point e game, numeri a casaccio, urla e lamenti degni di particolare attenzione da parte di qualche luminare di medicina o scienza del comportamento umano, ma soprattutto ridevano senza apparente motivo. Tutti sudati e stropicciati correvano su e giù rinchiusi in delle gabbie delimitate da pareti in vetro e griglie senza cognizione di causa...

Potrebbe iniziare così una delle tante r.d.s. che quotidianamente nel nostro lavoro ci capita di redigere, ma è l’irriverente sintesi di quanto accaduto mercoledì scorso al settimo torneo di padel riservato agli appartenenti della Polizia Locale di Milano e Provincia. Infatti, in questa edizione, oltre al duo GUARNIERI-SANVITO appartenenti alla PL di Peschiera Borromeo, si segnala la presenza della coppia new entry BAMBINI-ROSSI della PL di Lodi.

Il tabellone recita che le coppie iscritte sono otto, un solo girone, sette partite no-stop di venti minuti, più la finale tra le prime due classificate nel girone. I risultati riportati non lasciano dubbi sulla prima coppia, ormai assodata Guarnieri-Sanvito, che si qualifica per la finale a punteggio pieno, mentre per la seconda finalista, essendo giunti a pari punti le coppie Codazzi-Masucci V., Tommasetti-Raschellà e Malu-Trombatore, si è dovuto ricorrere al calcolo di scontri diretti, game vinti e persi, per stabilire che sono i primi ad aggiudicarsi l’ultima sfida.

Si gioca sul campo centrale otto, una sfida a tratti combattuta per merito della dinamicità del giovane Masucci, ma lo strapotere dei peschieresi non ha dato scampo agli sfidanti, imponendosi con il risultato finale di sei a quattro. Al termine premiazione per tutti e terzo tempo al bar della struttura. A corredo di quanto descritto si allega fascicolo fotografico, gentilmente offerto da astanti non identificati (la sig.ra Migliorino e un collega della PL di Lodi).

N.B.: nota di merito ai colleghi di Lodi per l’impeccabile divisa; a Masucci A. e Mastantuono Orfeo per l’alchimia dimostrata in campo, nonostante le diverse idee sindacali che li contraddistinguono, a dimostrazione di chi, ancora scettico su questo sport, lo definisce poco aggregante.

PS.: ci si vede al prossimo appuntamento, aperto anche ai pensionati della PL, altrimenti Tommasetti non può più giocare.

VAI ALLA GALLERIA 

Il Responsabile di Sezione
Antonio Lino Mariani

Stampa Email

Copyright © 2022 Gruppo Sportivo e Ricreativo della Polizia Locale di Milano. Tutti i diritti riservati.