Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito ed aiutare a fornire i nostri servizi. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati.

Abbiamo 83 visitatori e nessun utente online

Tennis Tavolo

37° Campionato Italiano Tennis Tavolo

Di Leva mette tutti in riga a Riccione 2015

RICCIONE - Ancora Miky Banci in cattedra a tenere lezione di organizzazione. Questa volta l’argomento trattato è Tennis Tavolo. A tenere la “lectio magistralis” ha come assistenti il Consigliere nazionale Alberto Scolari e il dirigente CSI e arbitro Gianfranco Griffi, già organizzatore di eventi a livello nazionale. Tanto per rimanere in tema è giusto iniziare col dire che ancora una volta il GS Riccione sotto esame merita trenta e lode, valutazione determinata dai fatti. Eccellente l’impianto sportivo che ospita gli incontri (Viserba, Palazzetto dello Sport sede della squadra locale che milita in serie C); campi omologati e soprattutto campo di gioco assolutamente collaudato. Rilevate le peculiarità essenziali per le quali vale la pena sempre e comunque tornare a Riccione entriamo nel vivo della tre giorni pongistica deputata a stabilire chi alla fine, tra tutti, avrà il diritto di veder ascritto il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.

Martedì 1 settembre
E’ l’apertura ufficiale del campionato con, in serata, la riunione tecnica e sorteggi singolare e doppio.

Mercoledì 2 settembre
Si inizia con gli incontri di qualificazione con un programma che vede impegnate tutte le categorie. La notizia che a termine di regolamento il campionato femminile sarà annullato causa numero di iscritte inferiore a 4 non preoccupa più di tanto. Garavelli e Zampinetti, senza pregiudiziale alcuna, vanno ad ingrossare il tabellone maschile. Attente e concentrate riescono ad esprimere qualche momento di buon gioco. Brave!

Giovedì 3 Settembre
Giorno delle finali. La prima, riservata ai dilettanti, segna il successo di Scolari – secondo titolo non consecutivo – su Anastasia campione in carica, uno che da battere è sempre complicato. Vittoria netta in 3 set con il vincitore sempre in vantaggio. Risultato-sorpresa viene dai veterani dove La Neve, ottimo incontrista ed efficace palleggiatore, ha la meglio sul favoritissimo Gaggiano. Anche in questo caso superiorità certificata con un secco 3 a 0. Finale di doppio ed è qui che inizia il Di Leva show. In coppia per sorteggio con il palermitano Cinà, porta a casa il risultato pieno contro l’equilibratissimo duo La Neve/Culotta. Vero che il doppio si gioca in due, eppure mai come questa volta la performance del napoletano risulta determinante.

Concluso l’argomento doppio ci si avvia alla finale più prestigiosa e attesa, quella che designerà il migliore assoluto. In campo Cuzzoni giocatore più blasonato con i suoi nove titoli su altrettante partecipazioni che dovrà vedersela con un Di Leva in stato di grazia arrivato in finale senza aver lasciato neppure un set ai suoi avversari. E qui la vera sorpresa non è la vittoria di Di Leva (3-5 nei confronti diretti con Cuzzoni). Ciò che colpisce è una superiorità mai vista prima con partite che terminano sempre all’ultimo punto del quinto set. Di Leva quindi capace di inventare match di grande livello capace di presentare soprattutto dal punta di vista mentale la stessa condizione del campionato europeo dove in grandissimo spolvero, con una perfetta tattica di gioco, grande difesa puntinata, buona battuta e attacchi decisivi nei momenti topici era riuscito a raggiungere un eclatante ottavo di finale con vittorie prestigiose su avversari titolatissimi (andati poi a medaglia). Dall’altra parte del tavolo sicuramente un Cuzzoni non al massimo, poco allenato, che non riesce se non a tratti a trovare il suo gioco migliore da sempre contraddistinto da eccellenti battute e ottimi fondamentali. Probabilmente qualche errore anche sulla tattica di gioco. Per concludere ci sono incontri che non decidono soltanto una partita, ma finiscono per dare conferma di una condizione ottimale ripetuta in maniera costante. Nulla da dire se non che il 2015 tra campionati europeo e nazionale è l’anno di Di Leva. Le premiazioni presso l’Hotel Edelweiss alla presenza di Miky Banci, del Consigliere nazionale - per l’occasione anche agonista - Alberto Scolari, del responsabile tecnico nonché Segretario Generale ASPMI Mario Eugenio Volpi, il già citato Gianfranco Griffi e il team organizzatore. Appuntamento per tutti alla prossima edizione.

Categoria Singolo Assoluto

  1. Di Leva Daniele ( Napoli )
  2. Cuzzoni Mario ( Milano )
  3. Sportiello Vincenzo ( Trieste )
  4. Gaggiano Giuseppe ( San Severo )

Categoria Doppio Maschile

  1. Di Leva Daniele /Napoli - Cinà Daniele/Palermo
  2. Culotta Giuseppe – La Neve Umberto (Palermo)
  3. Volpi Mario – Cuzzoni Mario (Milano)
  4. Carrone Andrea – Apigna Federico (Milano)

Categoria Veterani

  1. La Neve Umberto ( Palermo )
  2. Gaggiano Giuseppe ( San Severo )
  3. Minghetti Pietro ( Milano )
  4. Sportiello Vincenzo ( Trieste )

Categoria Dilettanti

  1. Scolari Alberto ( Reggio Emilia )
  2. Anastasia Michele ( Milano )
  3. Canelli Alessandro ( Torino )
  4. Cinquegrana Adriano ( Genova )

Classifica Squadre

  1. G.S. MILANO
  2. G.S. PALERMO METROPOLITANA
  3. G.S. TRIESTE

Vai alla galleria

Il Responsabile Sezione Tennis Tavolo
Mario Volpi

Stampa Email

Copyright © 2019 Gruppo Sportivo e Ricreativo della Polizia Locale di Milano. Tutti i diritti riservati.